La scienza dei Gatti – 2

Share on Twitter

Clicca per ingrandire

Continua la nuova miniserie “La scienza dei Gatti“. Se avete perso la prima puntata, cliccate qui.

Marina oggi ci sorprende col suo felino. Ecco perché: Prima di tutto, complimenti per le strisce.. un compendio di vita felina quotidiana dove mi riconosco nove volte su dieci! Ho quattro gatti, ho deciso di iniziare inviandoti una foto del mio Obi-Wan in uno dei suoi numerosissimi momenti di relax.
Lo so, lo so, avrei fatto meglio a chiamarlo Jabba, ma non è sempre stato così allegramente cicciottello!
Non ci crederai ma Obi-Wan è uno Sphynx, ovvero un gatto nudo.. ma è nato con questa corta pelliccetta morbida e ricciolina, perciò me l’hanno regalato! Il carattere però è quello, dispettoso, curioso come una scimmia, appiccicoso come una cozza e completamente folle. Ah.. lui non sa di essere cicciottello, perciò in casa l’effetto è quello del proverbiale elefante nella cristalleria, ma è talmente furbo e simpatico che gli perdono sempre tutto!
A presto!
Marina N.

Striscia della categoria Strisce taggata come .

9 commenti a La scienza dei Gatti – 2

  1. roberta says:

    ahahah con il freddo poi dormono sempre di più :)
    Complimenti per Obi-Wan e panzottone come i miei gatti :D

  2. Gattangolo says:

    Che tipo, Obi-Wan :)

    Per me il bisogno di sonno è direttamente proporzionale al carico di lavoro noioso che mi resta da fare. Quindi ora vorrei dormire fino al disgelo. Mamao!

  3. Barbara says:

    Non è un rex devon? :)

  4. simona says:

    Ho sempre avuto in grande interesse per le scienze applicate, grande idea, Kan
    A proposito di Obi Panz … Ed io che credevo che la pancia di Sam non avesse rivali ;-)

  5. Marcello67 says:

    Non me ne voglia Marina, adoro i gatti! ma la prima cosa che ho pensato vedendo Obi-Wan è… a un gatto pecora con quel suo pelo arricciato :-)

    Non vedo l’ora di completare la mia istruzione sui Gatti, a proposito… Luke, sono tuo padre :-)

  6. Franco says:

    C’è anche un corollario:
    il desiderio di coccole notturne da parte del gatto è direttamente proporzionale al desiderio di sonno del suo umano.

  7. Fabio says:

    Prudenza amico mio, prudenza! Non vorrai essere AFFETTATO come ….. “quella” volta? :D

  8. Ely says:

    Anche il secondo insegnamento è azzeccatissimo !

    E aggiungerei… la voglia del gatto di farsi coccolare è proporzionale alla quantità di impegni che stiamo svolgendo… tradotto, più siamo di corsa, più loro “esigono” che molli tutti per coccolarli .

    A Marina e il meraviglioso Obi-Wan, quella panzotta è una terribile tentazione :-)
    Ecco a voi un esempio di espressione di “gatto beato” , please don’t disturb! :-)
    Ora sono curiosa di vedere anche gli altri tre ! ♥♥♥

  9. Viola Golden says:

    È un dolcissimo cucciolone, sempre in cerca di coccole e giochi, che adora fare il baby sitter.