Paragoni azzardati

Share on Twitter

I testi sono della mia dolce metà (le sue precedenti opere sono qui, qui, qui e qui e qui). Sara ci manda la foto del suo Miccia, in uno dei momenti più imbarazzanti :D

Striscia della categoria Strisce taggata come , , .

22 commenti a Paragoni azzardati

  1. Phoenix says:

    ehehe come darle torto… :P

  2. Albo says:

    FAIL! cmq per quanto sia una rottura per un animale, quel collare lì mi fa troppo ridere :D

  3. Yuki_Sakuma says:

    Erorrino di grammatica nella foto del micio^^ di una gatta? o di un Gatto?

    certo che ultimamente la gatta ha dei pensieri davvero omicidi eh? :D

  4. Guja says:

    Ciao!
    Sono una una lettrice del tuo splendido web-fumetto
    e una gattara incallita!
    Ho una micina da dare via, una micina bellissima che però
    non mi ci sta in casa non la gatta vecchia che la vuole uccidere.
    Mi chiedevo… in qualche modo mi potresti dare una manoù
    scrivendo due righe sul sito?
    GRAZIE DI CUORE!
    Guja, Milano

  5. Kaneda says:

    @Guja: praticamente l’annuncio l’hai fatto!
    scrivimi in privato per qualche dettaglio in più :)

  6. Pacy says:

    La gatta è mooooolto saggia!!!
    Bello Miccia anche con il collare
    >^^<

  7. LauraGDS says:

    Il primo gatto che entrò in casamia e di Luca faceva i capricic per mangiare, xcosì ogni volta che lo vedevo fare lo schiziznoso lgi dicevo:” pensa ai poveri gatti del Biafra che non hanno nulla da mangiare..” e il Micione si metteva d’impegno a mangiare. Questo funzionò finchè Luca nella sua candida innocenza di neo schiavo esordì con ” ma non ci sono gatti nel Biafra!” e il Micione riprese a fare lo schizzinoso.

    Se ti piace puoi farne una vignetta.

  8. Eugenia says:

    Eheheh la micia vince sempre!!!

    Pooooveri i mici con quel collare…..e secondo me pensano a come dovremmo essere noi con quel collare…….. ^^ allora sì riderebbero un bel po’ :)

  9. claus says:

    La tua dolce meta’ ha anche lei fantastiche idee…..scommetto che lei propone e tu crei fumetto!!!!! Bella coppia!!!!!

    Il bel micio di Sara sembra dire “Neanche piu’ la privacy esiste” :P

  10. paola says:

    Complimenti alla tua dolce metà  la vignetta di oggi è bellissima (diciamo più “bellissima” del solito).
    Anche il mio hawk (cane) ha dovuto portare il collare in diverse occasioni quindi capisco la povera miccia .. speriamo che sia per poco … anche lei come il mio benny è una bellissima panterina : )

  11. monjaninja says:

    eh eh eh .. i leoni dell’Africa…
    divertente….
    povera Miccia con quell’imbuto (nome tecnico a casa mia!!!) sbattono ovunque e perdono il senso felino…

  12. forgeress says:

    EVVAIII!! Così si risponde alle intimidazioni!!!! XD

  13. Fayaway says:

    Questa scusa non ha mai funzionato nemmeno con me :P

  14. dodisnake says:

    Allora è meglio che alla gatta non gli diate il nesquik…. altrimenti diventa una tigre!!!!

  15. cleo says:

    che pensiero profondo :)

  16. Fata Morgana says:

    Ahahahaha! Anche io devo ammettere di fare la paternale al mio gattone ogni volta ch fa le bizze sul cibo o sul altro. La sua espressione, in queste circostanze, è molto simile a quella di Micia… forse pensan la stessa cosa!

  17. Osoloco says:

    Gli animali hanno i vizi che gli danno i loro padroni !
    Poi la fame è fame e i capricci passano.

    cmq in africa i “mici” devono schivare bracconieri, selvaggina recalcitrante (un calcio di bufalo non è propio salutare), problemini ambientali (clima/modifica del territorio da parte dell’uomo), per non parlare poi del grave problema dei turisti: troppo ricchi di colesterolo !!! :-D

  18. Tommy says:

    certo che i gatti sono molto più intelligenti dei bimbi, che si fanno fregare con questa storia! Ma la tua Lei legge nel pensiero? è terrorizzata!! :P

    Osoloco, mi hai fatto venire in mente la barzelletta di Maradona che in vacanza ha attraversato la jungla piena di cannibali uscendone vivo perchè ai cannibali non piace la carne trattata chimicamente! :D

  19. Fred says:

    Ma solo a me i link alle precedenti opere della tua dolce meta` non funzionano? mi rimandano tutti qui

  20. peppe08 says:

    a proposito:

    “LA PAURA”
    Un Sorcio, trasportato in un deserto
    drento ar bagajo d’una carovana,
    a mezzanotte se n’uscì a l’aperto;
    ma un’ombra, che sbucava da una tana,
    lo fece insospettì d’esse scoperto.

    - Chi va là ? – chiese er Sorcio. Detto fatto
    un ruggito rispose: – So’ un Leone.
    Che te spaventi a fa’? Diventi matto?
    - Uh! – dice – scusa! E’ stata l’apprensione,
    perchà© t’avevo preso per un gatto.

    (Trilussa – poeta dialettale romanesco)

  21. Kaneda says:

    @peppe08: molto appropriata, grazie :D